Discorso insediamento presidente

Febbraio 2008

Carissimi soci,
è con emozione ma con determinazione che affronto il miio primo atto da Presidente dell’Associazione Triestini e Goriziani in Roma Gen. Licio Giorgieri.

Sapete tutti che Aldo Clemente: Il Presidentissimo da oltre 40 anni, ha deciso di lasciare lo spazio ai giovani “si fà per dire”. Sostituirlo non sarà facile, anzi sarà cosa decisamente ardua.

Il suo impegno e le relazioni personali a tutti i livelli, statali e regionali sia nell’ambito della Regione FVG che nella regione Lazio, hanno permesso di attuare le molteplici attività dell’Associazione delle quali tutti noi siamo fieri. Il conferimento del premio dei redattori triestini “San Giusto d’oro” è stato il tangibile riconoscimento della città di Trieste all’Associazione nella figura del suo Presidente.

Non possiamo dimenticare il lavoro svolto nei vari enti di cui è stato direttore.
Tale impegno è stato premiato con il riconoscimento dato dal Presidente della Repubblica con il conferimento dell’onorificenza di Cav. di Gran Croce.

Detto questo guardiamo al futuro con il coraggio e la forza che ha sempère distinto le “genti giulie”. Purtroppo al momento sembrano messi in  forse vari contributi regionali che fino a ieri hanno reso possibili tante attività.Vorrei quindi ribadire chce sarà un mio intento prioritario quello di far confermare tali contributi. La strada è in questo momento dura, erta, difficile.
Mi conforta comunque la consapevolezza del molto lavoro svolto sino a ieri dal Past President per lasciare all’Associazione una cospicua eredità di contatti con persone che stimano la nostra Associazione sia nella Regione FVG che nella regione Lazio.
In caso contrario dovremo attivarci per trovare al difuori dei circuiti istituzionali le risorse che rendano possibili le attività dell’Associazione.

Incremento del numero dei soci.  Altro punto importante è quello di un incremento del numero dei soci che partiti dal numero massimo di oltre 600, oggi supera di poco i 100.  Invito pertanto in maniera pressante tutti i convenuti di attivasi affinchè sia possibile tentare un incremento degli iscritt.

L’Associazione ha come obiettivo di rappresentare sia le genti Triestine che quelle Goriziane residenti a Roma, ma non possiamo dimenticare altri comuni, per noi mportanti: Monfalcone, Grado, Muggia, Duino. Altro impegno sarà quello di stringere con questi comuni un rapporto di fattiva collaborazione. Ad onor del vero anche questo punto è stato recentemente caldeggiato da Aldo Clemente.

Informatizzazione.  L’Associazione dispone di un PC e in tempo breve vorrei far installare la posta elettronica. Chiederò nella prossima riunione del Consiglio Direttivo l’autorizzazione ad implementare questo progetto.
Invito utti i soci a sostenermi nell’attuazione di questo cambiamento. Una parte di voi ha già fornito una lista di indirizzi. Spero che la maggior parte dei soci sia in breve tempo raggiungibile con tale mezzo.

Attività: La prima sarà quella della cena di carnevale, il 12 feb. con la partecipazione “storica” del cantante triestino Umberto Lupi.  Alla cena ha già dato la sua adesione Aldo Clemente. Per tutti noi sarà il momento per ringraziarlo del suo operato. Chiedo pertanto che siate numerosi.
L’Associazione ha già in previsione e stà elaborando varie attività. Gite, conferenze, incontri, dibattiti; ma la decisione su cosa attuare è strettamente legata alla copertura economica.
Saranno quindi solamente le risposte legate ai contributi regionali a far propendere le nostre attività in un veroso nell’altro.

In questi anni di servizio all’Associazione ho avuto il piacere di approfontire la conoscenza dei due vicepresidenti, dei consiglieri e di molti di voi Soci, delle segretarie a cui deve essere indirizzato il vostro plauso.
Si sono consolidate amicizie, ma non è mai mancata la stima, qualche critica costruttiva e tanta collaborazione.  Sono questi i sentimenti e i punti guida da percorrere assieme per far si che L’Associazione sia viva, concreta al serviziodei Soci.

Viva l’Associazione Triestini e Goriziani, Viva Gorizia Viva Trieste.

Il Presidente
Cav. Roberto Sancin

Print Friendly